Home | Mus-e Bologna in Corsia 2017

Mus-e Bologna in Corsia 2017

31 Gennaio 2017

Mus-e Bologna, per il non anno consecutivo, grazie al contributo della Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna ha attivato il progetto MUS-e IN Corsia, offrendo gratuitamente laboratori artistici ai bimbi ricoverati nei reparti pediatrici dell'Ospedale Sant'Orsola e dell'Istituto Ortopedico Rizzoli.

Per oltre tre mesi gli artisti MUS-E hanno svolto con i piccoli ricoverati attività musicali, di narrazione e di arte visiva: il Laboratorio di Musicoterapia "Note di cura" di Romy Carra, il laboratorio di letture di fiabe e filastrocche di Bali Bea, a cura di Licia Navarrini, il laboratorio di arti visive  "Nel segno del dono" a cura di Elena Montanari.

Inoltre, nel periodo Natalizio, presso il Reparto Pediatrico "Gozzardini" dell'Ospedale Sant'Orsola di Bologna, sono stati dati due spettacoli, veri momenti di coinvolgimento e di gioia amche per i genitori e il personale dell'Ospedale.

L'attrice Licia Navarrini, ha proposto lo spettacolo teatrale itinerante "UNA BALIA IN CORSIA" rivolto particolarmente ai bimbi allattati. il personaggio della Balia è andato di camera in camera, con la sua valigetta magica dalla quale escono musiche, oggetti e storie di mondi fantastici. Ha "spettacolarizzato" la paura, la gioia, la malinconia, il buon umore abbracciando i piccoli con il calore di filastrocche e gesti danzanti.

Il Teatrino dell'ES nell'aula didattica, ha allestito lo spettacolo "IL MANIFESRO DEI BURATTINI". Un incontro partecipatissimo nel corso del quale, oltre alla rappresentazione delle storie di Pantalone e Pulcinella, degli Elfi, dei fioi e degli insetti, di abiti voltanti e di una bocca che divora le merende, ad ogni piccolo spettatore è stato regalato un burattino realizzato con materiali di recupero atossici dal Teatrino dell'Es stesso e dalla "Consulta delle donne"di Budrio, che, per i bimbi più grandi aveva messo a disposizione anche alcuni libri e puzzle.  replica watches

La scelta di proporre la nostra attività in questo contesto è conforme al fondamentale principio ispiratore del Progetto MUS-E, ovvero che i linguaggi artistici in generale, rappresentino un importante "veicolo" per l'elaborazione di passaggi difficili e transizioni problematiche nel percorso di vita e di crescita del/della bambino/a.