Home | Conclusione Progetto Meta a Firenze

Conclusione Progetto Meta a Firenze

03 Aprile 2017

"META – MINORITIES EDUCATION THROUGH ART"

Ancora oggi in Europa troppi bambini e bambine appartenenti a minoranze etniche e nazionali o provenienti da percorsi di migrazione incontrano difficoltà e barriere nell’accesso ad un'istruzione di qualità. Il risultato è spesso il perpetuarsi di meccanismi di esclusione e i nuovi giovani adulti rischiano di ritrovarsi ai margini della società.

Il progetto "META – Minorities Education Through Art" è  finanziato dal programma Erasmus +, Key Action 3,Il partenariato  è costituito da cinque organizzazioni da tempo attive nel campo dell'”apprendimento trasformativo” in Belgio, Germania, Italia e Spagna: la Fondazione Menhuin, Stiftung Pfefferwerk , The European Roma Information Office, il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università di Firenze e la Fondazione Carlo Collodi.


META si pone l'obiettivo di contribuire a superare le barriere che causano le disuguaglianze nel sistema educativo europeo. META crede che l'utilizzo delle arti in classe nella scuola dell'infanzia e primaria svolga un ruolo positivo per l'inclusione di tutti i bambini e specialmente per i bambini appartenenti a gruppi minoritari e/o di origini straniere. La metodologia pedagogica META e il kit degli strumenti di advocacy sono stati sviluppati a seguito di una raccolta di buone pratiche ed esperienze realizzate in tanti paesi del mondo e attraverso l'analisi dei bisogni e delle opportunità manifestati dalla rete dei portatori di interesse, in particolare le famiglie stesse dei bambini e delle bambine. Attualmente si sta realizzando una valutazione di impatto con l'obiettivo di evidenziare il successo dell'approccio META.

 

Attraverso un processo di sperimentazione nelle scuole coinvolte in Italia, Belgio, Spagna e Germania, il progetto intende pervenire alla definizione di metodologie educative e didattiche innovative. L'obiettivo finale è fornire ai leader politici e agli organismi delle Istituzioni nazionali ed europee le "evidenze" ottenute e sostenere così l’importanza di investire risorse nella formazione degli insegnanti, nella valorizzazione degli artisti e nel coinvolgimento consapevole dei gruppi minoritari. Tra la varie iniziative sarà anche organizzato un  evento finale a Bruxelles presso il Parlamento europeo nella sala dedicata a Lord Menuhin per la presentazione dei risultati del progetto META e per riunire le diverse voci dei gruppi minoritari.

Gli artisti  Franco Giraud  e Sara Nesti di Mus-e Firenze hanno partecipato al Corso di Formazione Internazionale a  Bruxelles -dal 23al 25 Novembre 2016  e si sono distinti per la loro eccellente preparazione artistico/ pedagogica/ didattica.

Mus-e Firenze ha applicato la metodologia Meta nelle scuole "Montagnola" (III B and III C) e  "Agnesi" (IA and IIA)dove sono presenti molti bambini stranieri e dove emergono evidenti problemi di relazione nei gruppi classe. Il lavoro artistico dei nostri artisti ha contribuito a sviluppare alcune competenze di base (creatività ed impegno) e l’apprendimento della matematica, della geometria, della lingua italiana e della geografia.

Tra aprile e maggio  si  è conclusa la parte operativa sul campo con i Focus Group le lezioni aperte in tutte le scuole coinvolte nel progetto. Agli incontri finali sono stati presenti oltre ai bambini, i genitori, gli artisti e le maestre anche l’Avv. Paolo Fresco, presidente di Mus-e Firenze, Rita Costato Costantini, Andor Timar ,Sandra Tolomei e i rappresentanti dell’Università di Firenze.

Per maggiori informazioni www.meta-project.eu.