La storia di Alessandro

Ciao, sono Alessandro, sono al secondo anno di Mus-e, ora ti racconto la mia storia, preparati!
Quando Roberta e Cristina, artiste Mus-e, sono entrate nella mia classe per la prima volta, nel novembre del 2018, non ero molto contento. “Chi sono? Cosa vogliono da me?” Mi domandavo.

La prima lezione, mentre i miei compagni si muovevano a ritmo di musica, esprimendo gioia con il corpo e con le espressioni del volto, io stavo, scontroso, in un angolo. Non volevo partecipare, non mi piaceva quella cosa che non conoscevo, così diversa dal solito.

Anche la seconda lezione non mi sono mosso, ogni tanto la maestra si avvicinava e mi chiedeva di unirmi al gruppo, ma io niente, resistevo. Però poi, guardando e studiando ciò che mi succedeva attorno, ho iniziato a essere curioso…anche io, mi dicevo, voglio provare a muovermi in quel modo buffo, anche io voglio essere un bellissimo albero o il mare in tempesta! Allora mi sono avvicinato e sono stato subito accolto dai miei compagni: al terzo incontro ho iniziato a muovermi con loro a esprimere le mie emozioni ad ascoltare Roberta e Cristina. Con il tempo è stato bellissimo scoprire quanto fosse divertente fare nuove esperienze!

Dal terzo siamo arrivarti al decimo incontro e io avevo sempre più energia e voglia di fare, non vedevo l’ora che arrivasse quel giorno così speciale in cui potevamo muoverci, esprimerci e divertirci tutti insieme! Il tempo è volato e, siamo arrivati a maggio: l’ultima volta Mus-e dell’anno. C’era la mia mamma lì tra il pubblico (alla fine dell’anno i nostri genitori possono assistere a una lezione aperta), ero emozionato e contento di averla con me.

Ripensavo alle tante cose belle fatte con Mus-e e in men che non si dica siamo arrivati alla fine dell’ora. E adesso, mi domandavo, “come si fa senza Mus-e?” Sono corso ad abbracciare strette Roberta e Cristina, un abbraccio intenso, di quelli che non si scordano facilmente. Non volevo più lasciarle! Dall’emozione mi è scesa anche qualche lacrima, che tristezza salutarle!

Poi mi hanno ricordato che Mus-e sarebbe tornato: avrei rivisto Roberta e Cristina a novembre 2019! Questa è stata una bellissima notizia: Mus-e dura tre anni! Solo a quel punto, dopo aver tirato un po’ su col naso ed essermi asciugato le lacrime, le ho lasciate andare. Grazie alla certezza di rivederle presto, sono riuscito ad andare a casa contento…sicuro che quel viaggio sarebbe continuato!

Il mio laboratorio è ricominciato da pochissimo, abbiamo fatto il primo incontro di questo secondo anno…quanto sono contento di questa bellissima esperienza e di aver rivisto finalmente Roberta e Cristina.
Che anno magico mi aspetta grazie a Mus-e!

Alessandro, II elementare, IC Grossi, Milano

Questo articolo ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *